Cultura della memoria

Ingrandire l'immagine

La Commissione storica italo-tedesca era stata istituita nel 2008 in occasione del Vertice bilaterale tenutosi a Trieste, con il mandato di un approfondimento comune sul passato di guerra italo-tedesco. Nel dicembre 2012 è stato pubblicato il Rapporto finale della commissione, che esamina in particolare anche il destino degli ex internati militari italiani, e che contiene tra l’altro concrete raccomandazioni per la costruzione di una comune cultura della memoria.

Per mettere in pratica le raccomandazioni il Governo Federale ha stanziato un Fondo italo-tedesco per il Futuro per finanziare progetti. Questi progetti vengono scelti in stretta collaborazione con il Ministero italiano degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. Su questa pagina presentiamo i progetti e altre iniziative.

La Commissione storica italo-tedesca

Il Ministro Federale degli Esteri, Guido Westerwelle, assieme al suo omologo italiano, Giulio Terzi, il 19 dicembre 2012 ha presentato il Rapporto finale della Commissione storica italo-tedesca.

Progetti del Fondo italo-tedesco per il Futuro sugli internati militari italiani

"Internati militari italiani" (IMI), così i tedeschi chiamarono i 600.000 soldati italiani che dopo l'armistizio tra l'Italia e gli Alleati, furono arrestati dai tedeschi e si rifiutarono di continuare a combattere a fianco di Hitler e Mussolini. Questi 600.000 soldati furono internati in campi, costretti a lavori forzati, e patirono fame, freddo e malattie. Molti non fecero ritorno. Il Fondo italo-tedesco per il futuro contribuisce al ricordo e alla ricerca sul loro tragico destino attraverso la banca dati online "Albo degli IMI Caduti" ed altri progetti in Italia e Germania.

L'omaggio di Steinmeier alle vittime di Civitella

Progetti del Fondo italo-tedesco per il Futuro sui crimini di guerra tedeschi

Nella realizzazione delle raccomandazioni della Commissione Storica, uno dei punti più importanti sono i cosiddetti "progetti per la memoria" in comuni colpiti da crimini di guerra tedeschi. Questi crimini vengono approfonditi e documentati nell'"Atlante delle stragi" (vedi a destra). Insieme al Ministero italiano degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale l'Ambasciata sceglie questi progetti nei comuni, mette a disposizione i finanziamenti del Fondo per il futuro e accompagna i partner nella realizzazione dei progetti.

Eventi - Cultura della memoria

Su questa pagina mettiamo a disposizione il Rapporto della Commissione Storica Italo-Tedesca e pubblichiamo le iniziative e i progetti delle rappresentanze e delle altre istituzioni tedesche in Italia in ricordo della Seconda Guerra Mondiale.

Discorso del Ministro Federale degli Esteri Steinmeier all'inaurazione della mostra sugli IMI a Berlino

Steinmeier e Gentiloni inaugurano la mostra insieme ad un testimone dell'epoca

Il 28.11.2016 il Ministro Federale degli Affari Esteri Steinmeier ha inaugurato insieme al suo omologo italiano Paolo Gentiloni e al presidente vicario dell'ANRP Michele Montagano la mostra che ricorda gli Internati Militari Italiani a Berlino-Niederschöneweide. Leggete qui il suo discorso:

Giornata della Memoria a Conca della Campania

Il 1 novembre 2016 l'Ambasciatore Dr. Wasum-Rainer ha partecipato alla Giornata della Memoria a Conca della Campania. Nel paese, il 1 novembre 1943, soldati tedeschi uccisero 39 persone. L'Ambasciatore ha parlato alla tavola rotonda con il titolo  „Le stragi naziste di Conca della Campania: l’impegno del governo tedesco nel processo di recupero della memoria e di riconciliazione fra i due Paesi“.

La Commissione storica italo-tedesca

Il Ministro Federale degli Esteri, Guido Westerwelle, assieme al suo omologo italiano, Giulio Terzi, il 19 dicembre 2012 ha presentato il Rapporto finale della Commissione storica italo-tedesca.